Alfa Romeo Giulia: l’erede della 159 arriverà nel 2011

di Leonardo Guerra - 29 marzo 2010

giulia_alfa.jpg

Ancora rumor sulla nuova Alfa Romeo Giulia.

Ebbene sì, abbassati i riflettori sulla Giulietta, ora è proprio la Giulia il modello più chiacchierato del Biscione.

A tenere banco soprattutto le soluzioni meccaniche che il nuovo modello adotterà, ma anche le sinergie interne a FIAT-Chrysler, nonché il possibile (ma molto improbabile) ritorno alla trazione posteriore.

La rivista inglese Car Magazine cerca di fare un po’ di chiarezza nel mare dei “si dice”, svelando quelle che potrebbero essere le strategie di Alfa Romeo per la nuova berlina, destinata a rimpiazzare la 159. La Giulia arriverà con tutta probabilità nel 2011 e avrà caratteristiche uniche nel suo segmento, che le permetteranno di differenziarsi dalle solite tedesche.

Le sospensioni, fondamentali per uno stile di guida appagante, saranno di tipo McPhaerson all’anteriore, come per la nuova Giulietta, mentre al retrotreno saranno montate sospensioni “twin-link“.

La trazione molto probabilmente sarà ancora anteriore (con buona pace degli Alfisti puri) e per le versioni più potenti sarà disponibile la trazione integrale.

Nella gamma di motorizzazioni, tutte Euro 5, dovrebbe debuttare un nuovo propulsore a benzina V6 con tecnologia MultiAir, una novità nell’alto di gamma. Si parla poi di una possibile versione sportiva “GTA“, accreditata di almeno 300 cavalli, abbinata alla trazione integrale e a un cambio automatico a doppia frizione a 7 rapporti.

La piattaforma sarà la stessa che ha debuttato al recente Salone di Ginevra sulla Giulietta, opportunamente allungata. Come la attuale 159, la nuova berlina del Biscione sarà proposta in due varianti di carrozzeria, berlina e wagon.

Dalle parti del Lingotto, in ogni caso, sanno bene che non ci saranno ancora molte altre occasioni per rilanciare lo storico marchio italiano di Arese: alla Giulia spetterà l’arduo compito di fare il definitivo salto di qualità, obiettivo non pienamente raggiunto dalla 159 e ora ricercato anche dalla Giulietta. Ci riuscirà?