Alfa Romeo Giulietta: debutto in America e grandi obiettivi

di Noemi Ricci - 27 gennaio 2011

Alfa Romeo Giulietta

Dalla data di lancio al 31 dicembre 2010 la neonata Alfa Romeo Giulietta ha venduto circa 39.800 vetture, raggiungendo di fatto la stima prevista dalla casa del Biscione.

Una notizia importante, soprattutto in un momento particolarmente burrascoso per il comparto dell’automobile compresa la situazione del mercato italiano. A questo successo ora si aggiunge anche l’annuncio del debutto negli Stati Uniti previsto tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013.

Adesso è lecito aspettarsi un ottimo 2011, con un obiettivo di vendite dichiarato di 165-170 mila unità. Non male se si considera che le prime immatricolazioni sono state effettuate solo nella scorsa primavera, quando la Giulietta non era ancora presente nei grandi mercati asiatici e americani.

L’arrivo negli USA è stato confermato da Harald J. Wester, Amministratore Delegato di Abarth, Alfa Romeo e Maserati. L’altra novità annunciata riguarda invece la smentita della vendita di Alfa Romeo alla Volkswagen, che si era dimostrata interessata al marchio in più di un’occasione.

Decisione che nasce dai risultati ottenuti dalla Giulietta, che pongono l’Alfa Romeo tra le poche case automobilistiche con un trend di crescita in positivo e una buona espansione sul mercato europeo. Soprattutto in Germania, infatti, il marchio di Arese conquista una buona fetta di utenza, con una crescita rispetto al 2009 del +113.5%.

In questo senso ha di certo aiutato proprio la Giulietta, la quale tra l’altro era già stata premiata con differenti riconoscimenti nei mesi passati. Tra quelli di rilievo il premio “Auto Europa 2011” e il titolo di “Compatta dell’Anno” della rivista francese “Argus”, che ha apprezzato il prezzo contenuto di acquisto e gli altrettanti contenuti costi di esercizio.