Déjà vu in casa Peugeot: ecco la “nuova” 206 Plus

di Alessandro Riso - 25 marzo 2009

peugeot206-plus.jpg

Perché investire soldi per progettare un’auto low cost, quando la soluzione è già pronta in casa? Più o meno è questo quello che devono aver pensato i dirigenti Peugeot, quando hanno deciso di far tornare la 206 con il nome Plus. Presentata in questi giorni, “l’enfant terrible” viene riproposta ad un prezzo concorrenziale che parte da 10.500 euro, che diventano 7.500 con gli ecoincentivi.

Il look è stato rinfrescato, con il frontale preso in prestito dalla 207 e aggiornamenti che coinvolgono l’intera linea. Ridisegnati i fari e i paraurti posteriori, adesso più al passo coi tempi. Nuovi anche gli interni, con plancia e strumentazione mutuati, anch’essi, direttamente dalla sorella maggiore.

La gamma, non molto ricca, si articola solo su due propulsori: il benzina da 1.1 litri 60 cv e il 1.4 litri HDI da 68 cv. Due sono anche gli allestimenti, quello base “One Line” offre di serie l’ABS, il doppio airbag, il servosterzo e la chiusura centralizzata, mentre il condizionatore è optional a 850 euro. L’”X Line” invece, disponibile esclusivamente in accoppiata con il motore diesel a 13.600 euro, concede in aggiunta gli alzacristalli elettrici, il climatizzatore e i fendinebbia. Per entrambe sono optional gli airbag laterali e l’autoradio.