La FIAT 500 fa impazzire gli USA, già prenotati i primi 500 esemplari

di Giuseppe Cutrone - 22 settembre 2010

001926-1_big.jpg

Se il buongiorno si vede dal mattino la FIAT 500 è a metà dell’opera. Parafrasando e combinando due popolari detti dal significato molto simile si riesce ad esprimere appieno l’impatto che il “Cinquino” torinese sta avendo sul pubblico americano.

Dagli USA, uno dei mercati più grandi del mondo e in cui il gruppo FIAT ha scelto di ritornare dopo anni di assenza, la piccola FIAT 500 Prima Edizione, serie a tiratura limitata di 500 esemplari, ha fatto segnare un piccolo record, con le prime prenotazioni esaurite in soli 100 minuti.

Agli automobilisti americani il “made in Italy” piace e si era capito, ma piace anche e soprattutto la 500, che del nostro Paese è forse il simbolo più importante per quanto riguarda il mondo dei motori. Le prenotazioni online sono state attivate verso le 20.40, per essere chiuse, a causa dell’esaurimento dei pezzi in vendita, alle 22.00 circa, con gli esemplari disponibili che a quell’ora avevano già trovato un proprietario.

Partendo da questi presupposti non stupisce quindi la facilità con cui i primi 500 clienti hanno accettato di sborsare i 500 dollari di caparra (il numero 500 è una costante quando si parla della compatta di casa FIAT) praticamente a scatola chiusa, senza aver nemmeno avuto la possibilità di guidare o di vedere dal vivo la vettura.

Questione di fiducia verso FIAT forse, o magari semplicemente voglia di portarsi a casa uno dei primi esemplari della citycar più modaiola e di tendenza degli ultimi anni.