Fiat 500 elettrica: già in vendita in Svezia

di Andrea Zuanni - 21 aprile 2009

500e.jpg

È acquistabile in Svezia una Fiat 500 a propulsione totalmente elettrica, ad emissioni zero, ricaricabile alla presa di corrente. Ma si tratta solamente del primo frutto di una nuova partnership fra Fiat e l’azienda locale AutoAdapt, specializzata nella riconversione di vetture dal termico all’elettrico. In pratica l’industria italiana fornisce le vetture già assemblate e finite ma prive di motore, serbatoio, e degli organi meccanici ad essi correlati.

AutoAdapt monta il motore elettrico e le batterie agli ioni di litio Alelion, disponibili in tre diverse versioni, che garantiscono alla Fiat 500 autonomie rispettivamente di 100, 150 e 200 km. La versione base è in vendita in Svezia al prezzo di 400.000 corone, cioè circa 36 mila euro.

Da notare che il prezzo delle automobili in Svezia è nettamente più alto che sui nostri mercati, per tutti i modelli. Quindi, tutto sommato, si tratta di un prezzo non alto, considerando anche che entro l’anno ne verranno costruite solo 100, mentre nel 2010 se ne faranno 300.

Le batterie sono particolarmente resistenti anche a temperature costantemente rigide e si distinguono, a detta del costruttore, per la lunga durata.

Insomma non è il caso di considerarla parente della Seicento Elettra né della Panda Elettra sviluppate all’interno di Fiat e a listino negli anni ’90. Il gruppo torinese recupera con una sola mossa il ritardo maturato a cavallo degli anni 2000 riguardo le tecnologie ibride ed elettriche, quando (nei tempi più bui della crisi) si era abbandonata la sperimentazione al riguardo. E lo fa alla maniera di Marchionne, con una partnership mirata e molto vantaggiosa con un’azienda del settore.

Fra l’altro una vettura davvero molto simile, la 500e di NICE, è in vendita già da qualche mese in Inghilterra, e realizzata esclusivamente su ordinazione. La scheda tecnica è praticamente identica, le prestazioni forse inferiori, con 100 km/h di velocità massima e 130 km di autonomia massima.

Ma in questo caso non c’è il patrocinio di Fiat, che permetterà invece ad AutoAdapt, nei progetti, di portare presto al debutto analoghe versioni elettriche di Panda, Punto Classic e Grande Punto.

Le prime due sono particolarmente adatte alla conversione per la ridotta massa totale e l’abbondante spazio disponibile per l’alloggiamento delle batterie.

Ma se è alla massima leggerezza (migliora notevolmente autonomia e prestazioni) e soprattutto al risparmio che mirate, sul sito Euro-Zev potete scoprire come convertire un vecchio cinquino in auto elettrica con un paio di migliaia di euro.