Ford abbandonerà il lettore CD, meglio i player multimediali

di Giuseppe Cutrone - 19 agosto 2011

Ford eliminerà il lettore CD

Mutano i tempi, la tecnologia avanza e, con essa, anche i sistemi per l’intrattenimento di bordo delle automobili sono destinati a cambiare in nome di maggiore praticità e di una migliore funzionalità. È seguendo questo percorso che, negli anni, si è passati dalle prime semplici autoradio a quelle con integrato il classico “mangianastri”, fino ad arrivare alle più recenti autoradio con lettore CD capaci di assicurare una qualità di riproduzione digitale e di buon livello. Adesso, però, sembrano destinate anch’esse a lasciare il passo alle novità che giungono dal mercato.

Il futuro della riproduzione musicale a bordo, come già accaduto in altri ambiti, sembra non essere il CD o altri supporti ottici, bensì quei supporti di memorizzazione capaci di immagazzinare e riprodurre colonne sonore praticamente smisurate, con centinaia e centinaia di brani a portata di mano disponibili in una semplice penna USB o semplicemente collegando un player musicale come l’iPod, evitando il fastidio di doversi portare dietro intere raccolte di CD e di cercare tra questi un brando quando si vuole ascoltarlo.

Un cambiamento che di fatto è già in atto da qualche tempo, visto che sono ormai molti gli impianti che presentano una porta USB per aprirsi alla riproduzione di una vasta platea di brani, e che secondo Ford porterà alla definitiva eliminazione del lettore CD dalle auto. Ha spiegato infatti Sheryl Connelly, responsabile della Divisione Global Trends della casa americana:

La tecnologia di intrattenimento a bordo vive una fase di cambiamento più veloce anche rispetto a qualsiasi altro elemento della vettura. Per questo siamo giunti alla conclusione che il lettore Cd sia destinato a scomparire, di fronte alla sempre maggiore diffusione delle nuove tecnologie.

Al posto del lettore di compact disc Ford prevede di installare una presa USB, cosa che sarà fatta ad esempio sulla nuova Ford Focus, ma il processo di ammodernamento della dotazione dei veicoli del gruppo non si fermerà lì, tanto che entro il 2015 il costruttore di Detroit prevede che ben due milioni di veicoli saranno equipaggiati con i nuovi sistemi per la riproduzione della musica digitale.