Subaru Impreza WRX STi cabriolet: originale o eccessiva?

di Stefano Fossati - 7 marzo 2011

Subaru Imprza STi Cabriolet

La voglia di personalizzazione della propria auto è un qualcosa che, probabilmente, è nato con l’automobile stessa e che fa, e ha fatto, la fortuna di molti carrozzieri e preparatori che hanno saputo reinterpretare le proposte dei costruttori creando spesso delle vere e proprie opere d’arte.

A volte, invece, il risultato ottenuto lascia qualche dubbio sull’effettiva necessità di crearlo. Forse perché il risultato si discosta completamente da quella che è la filosofia dell’auto di partenza.

È il caso di questa Subaru Impreza WRC STi, che da “divoratrice” di curve e tornanti è stata trasformata in cabriolet per viaggiare con il vento tra i capelli.

Dal punto di vista della pura realizzazione il risultato è ottimo. Infatti, le varie modifiche apportate ai pannelli della carrozzeria, necessarie per rimuovere il tetto e montare la copertura in tela, non si notano minimamente e sono state ben armonizzate nella linea complessiva.

Quello che forse spicca di più è il grosso rollbar sopra la testa degli occupanti dei posti anteriori, in puro stile anni ’80, e l’imponente alettone posteriore, tipico di questo modello di Impreza, lasciato al suo posto probabilmente per ricordare il DNA “corsaiolo” dell’auto di partenza.

Se qualcuno è interessato all’acquisto, questa versione unica di Subaru Impreza WRC STi si trova negli Stati Uniti, esattamente dal concessionario Subaru di Manchester nel New Hampshire.