FIAT pensa alla 500 ibrida con 80 g/Km di CO2

di Cristiano Ghidotti - 4 giugno 2010

500.jpg

È solo un’indiscrezione quella riportata sulle pagine del sito britannico Autocar, ma che se venisse confermata segnerebbe una gradita svolta di tipo eco friendly in casa FIAT.

A quanto pare, l’azienda piemontese avrebbe in programma la commercializzazione di una FIAT 500 ibrida entro la fine dell’anno o, al più tardi, nei primi mesi del 2011.

Un modello dotato del nuovo motore bicilindrico Twin-Air da 900 cc di cilindrata dunque, affiancato da un’unità elettrica integrata nel gruppo del cambio, così da ottimizzare i consumi e ridurre le emissioni di CO2 fino a un valore di 80 g/Km.

Una soluzione boost, che non ricalca dunque quella equipaggiata su vetture capaci di viaggiare nella sola modalità elettrica (come la Toyota Prius), ma in grado di spingere l’auto nelle situazioni in cui il propulsore termico bicilindrico Twin-Air funziona a bassi regimi.

I rumor in questione non si fermano qui, il progetto potrebbe coinvolgere anche le vetture della famiglia Panda a partire dalla prossima generazione attesa per il 2011, Lancia Ypsilon e Punto, quest’ultima solamente dal 2013.