Bmw i3: foto spia dell’elettrica tedesca

di Danilo Di Martino - 3 agosto 2012

bmw-i3

Le assolate e calde strade dell’Europa meridionale di questi giorni sono il teatro di diversi avvistamenti di muletti in prova. Una tendenza che viene confermato dalle inedite foto spia relative alla futura Bmw i3, l’elettrica di Monaco di Baviera sulla quale erano circolate voci che volevano il progetto sostanzialmente congelato, voci che, alla luce del recente avvistamento, si possono definire senza dubbio prive di ogni veridicità.

Rivestita da ampie superfici coprenti, la compatta Bmw i3 sta continuando i propri test in vista del debutto sul mercato, con l’obiettivo di mettere a punto il sistema propulsivo che punta su un motore elettrico montato al posteriore in grado di erogare una potenza di 170 cavalli e una coppia massima di 250 Nm, per prestazioni che contano su uno scatto da 0 a 100 km/h in meno di 8 secondi e una velocità di punta di 150 km/h limitata da Bmw al fine di non pregiudicare eccessivamente l’autonomia complessiva.

Lunga 3,84 metri, larga 1,53 metri e alta 2,01 metri, la futura elettrica Bmw i3 consentirà al cliente di poter scegliere una versione Range Extender, la stessa che è stata sorpresa nelle foto spia odierne, come si può capire dalla targhetta identificativa applicata sulla carrozzeria che parla di “Veicolo di prova ibrido”.

La soluzione in questione, conosciuta anche come REX, consiste nell’affiancare all’unità elettrica un propulsore a benzina di 1,5 litri, ma non per compiti di trazione come avviene in un’auto ibrida tradizionale, bensì con il solo scopo di fungere da generatore di corrente da conservare negli accumulatori e da usare poi per alimentare il motore elettrico, allungando così le percorrenze tra una ricarica e l’altra.

La Bmw i3 sarà caratterizzata inoltre dalla nuova struttura LifeDrive, la quale si compone di due unità indipendenti assemblate insieme, di cui una realizzata in fibra di carbonio e l’altra in alluminio, con il comune obiettivo di rendere più leggero il corpo vettura e mettere al sicuro l’abitacolo.

Considerando che la linea della vettura è ormai definita da tempo, appare chiaro che i tecnici Bmw stiano lavorando in questi mesi all’affinamento della parte tecnica, ragion per cui appare del tutto centrabile l’obiettivo posto dalla casa tedesca, che prevede di far partire la produzione della i3 dallo stabilimento di Lipsia verso la fine del 2013.