La Lamborghini Aventador LP700-4 svelata nei dettagli

di Stefano Fossati - 3 marzo 2011

Lamborghini Aventador LP700-4

Svelata definitivamente l’ultima creazione del marchio Lamborghini, destinata anch’essa, come i modelli che l’hanno preceduta, a far battere forte il cuore degli amanti dei motori: la Aventador LP 700-4. Motore V12, 700 CV, 4 ruote motrici e tanta fibra di carbonio. Sono queste le caratteristiche fondamentali e, forse, più impressionanti di questa nuova Lamborghini.

Erede della Murcielago, la Aventador ne mantiene tutte le caratteristiche di esclusività fondendole con il meglio dell’innovazione tecnologica. Il telaio è completamente in fibra di carbonio, ad esclusione delle strutture che sostengono sospensioni e motore che sono in alluminio, e assicura la massima rigidità con un peso di soli 147.5 kg, le sospensioni sono di tipo push-rod derivate direttamente dalla Formula 1, mentre il cambio semiautomatico ISR a 7 rapporti e doppia frizione è in grado di passare da un rapporto all’altro in soli 50 millisecondi.

Anche le prestazioni, ovviamente, sono al livello di tutta la tecnologia adottata; infatti alla Aventador bastano solo 2.3 secondi per raggiungere i 100 km/h partendo da ferma per poi continuare ad accelerare rqapidamente fino ai 350 km/h grazie ai 700 CV del motore e alla raffinata aerodinamica dotata di fondo piatto, estrattore posteriore e spoiler a scomparsa automatico, in grado di modificare l’inclinazione in base alle necessità di deportanza richieste al momento.

Durante la presentazione ufficiale, il presidente Lamborghini Stephan Winkelmann ha dichiarato:

È una supercar da sogno l’Aventador LP 700-4, un punto di riferimento nel settore e nel mondo c’è un mercato di 35 mila clienti che acquistano vetture con questo livello di prestazioni e prezzo e che apprezzano il made in Italy. In futuro la velocità massima non sarà importante quanto la guidabilità, l’accelerazione e l’handling. E il nostro modello è un concreto passo per attirarli in questa direzione visto che la crisi che ha colpito il mercato delle supercar in Europa e in Usa è alle spalle.

E a giudicare dai circa 800 esemplari prenotati in prevendita nonostante il prezzo di 255.000 euro (tasse escluse) sembra che in quel di Sant’ Agata Bolognese abbiano centrato l’obiettivo.

[youtube sygTDa8GG00]