Una Mazda MX-5 “anabolizzata” in vendita

di Stefano Fossati - 1 luglio 2011

Bullet cars

Alla fine degli anni ’90 nasceva in Australia il garage Bullet, specializzato in elaborazioni e modifiche di vetture di serie. Questo ha portato alla nascita delle Bullet Cars, roadster estreme costruite sulla meccanica di una Mazda MX-5, descritte come la risposta australiana al mondo delle supercar ad alte prestazioni.

In questi giorni è stata messa in vendita una delle prime costruite, con la particolarità di essere stata ulteriormente modificata adottando, su richiesta del cliente, un motore V8 da 4.0 litri di cilindrata. Questo ha richiesto l’utilizzo di un cambio speciale Tremac a 5 rapporti, in grado di sopportare la potenza erogata, oltre all’utilizzo della trasmissione di una Holden Commodore SS, grossa berlina costruita da GM.

Freni e sospensioni, come su tutte le Bullet Cars, provengono da una Mazda RX-7 mentre i cerchi sono in lega da 17 pollici; misura considerata estrema nel periodo di produzione dell’auto.

Questo pezzo unico si trova in Australia ed è stato messo in vendita perché il proprietario non è più in grado di guidarla e, piuttosto che tenerla ad invecchiare ferma sotto a un telo in garage, preferisce cederla ad un altro appassionato che possa farla correre sulle strade assolate della terra dei canguri.